SMIELATURA

L’azienda è dotata di locali e attrezzature idonee all’estrazione ed il successivo stoccaggio del miele, il tutto certificato a livello sanitario.

Chi si rivolgerà al “Frantoio Valle del Bisenzio”, troverà a sua disposizione:

Locale per la smielatura / Spogliatoio / Locale antibagno / W.C.

Il locale per la smielatura è dotato di vassoi porta melari, il banco per disopercolare e la macchina disopercolatrice per il taglio della cera, 2 smielatori centrifughi a 15 telaini per l’estrazione del miele e 5 maturatori per il suo stoccaggio.

Il locale viene dato in affitto agli apicoltori (conto terzi con tariffa oraria), i quali hanno l’obbligo di eseguire le pulizie finali al termine sia della smielatura che dell’invasettamento.
Al termine di tutte le lavorazioni lasceremo il sigillo di garanzia al cliente che ne certificherà le caratteristiche, la provenienza e il processo di lavorazione del prodotto finale.

Tutto il processo di smielatura e confezionamento conto terzi viene annualmente certificato come biologico da ICEA. Ciò ci permette di lavorare con aziende certificate biologiche che necessitano di locali e attrezzature certificate per la produzione di miele biologico.

Processo di Smielatura

Scopriamo in dettaglio come viene fatto il miele e quali tecniche di estrazione si svolgono del nostro laboratorio di Smielatura a Prato.

Vi siete mai domandati come si ottiene il miele? Qual è la lavorazione necessaria per passare dalle arnie piene di api al miele in vasetto?

Come si ricava il miele? Dai melari al vasetto!

Ecco i passaggi necessari per estrarre e ottenere il miele!

1 I telai, carichi di miele, vengono portati in laboratorio ancora nei loro melari o in apposite cassette. Una volta arrivati vengono messi in posizione, utilizzando appositi carrellini porta melari realizzati in acciaio inox.

2 Si continua prelevando i telai dai melari e si procede con la disopercolatura.
Il processo consiste nel taglio della cera su un’apposita vasca disopercolatrice. In questo modo si riesce a rimuovere la cera che si trova sulla superficie esterna del telaio, in modo che la fuoriuscita del miele dalle celle non venga bloccata.

3 La terza fase consiste nella centrifugazione, dove avviene l’estrazione vera e propria. I telai, ormai disopercolati, vengono inseriti nello smielatore centrifugo a 15 telaini il quale, ruotando sia in senso orario che antiorario, favorisce l’estrazione totale del miele.

4 Il miele una volta estratto finisce sul fondo dello smielatore, dove verrà versato in specifici secchi alimentari tramite la fuoriuscita dal rubinetto.
A questo punto avviene il filtraggio del miele. Difatti, tra il rubinetto e il filtro il miele passa attraverso un filtro che raccoglie tutte le impurità ed eventuali residui di cera.

5 La fase successiva è la decantazione del miele, che avviene in appositi maturatori. Il maturatore viene chiuso e sigillato per evitare la contaminazione del miele tramite con l’ambiente esterno. A questo punto viene attribuito al miele il codice identificativo del lotto di produzione.

6 Dopo la decantazione, il miele viene invasettato nei vasetti di miele, etichettati e portati via dal produttore.

Processo di Smielatura a Prato